Tempo:

    1 giorno

    Difficoltà:

    Media

    Porzioni:

    6 Persone

    Calorie:

    554 Kcal/Porz
      La ricetta degli arancini è una preparazione tipica della tradizione siciliana, sono buonissimi e perfetti da gustare in ogni momento della giornata, ma noi suggeriamo pranzo o cena. Gli arancini si possono preparare in tanti gusti diversi, quelli classici sono quelli con il ragù di carne e il formaggio, ma ci sono anche tante altre versioni ad esempio al burro, agli spinaci, al pistacchio ecc. Per fare gli arancini occorrono circa 24 ore, perchè il riso deve riposare 12 ore prima di essere utilizzato.

      Ingredienti

      • riso superfino arboreo: 1,3 kg
      • brodo di carne: 3 litri
      • cipolle: 2
      • burro: 100 gr
      • zafferano: 2 bustine
      • parmigiano grattugiato: 300 gr
      • Primosale: 200 gr (a cubetti)
      • Olio di semi di mais: qb
      • pangrattato: qb
      • tritato di carne di manzo: 400 gr
      • concentrato di pomodoro: 200 gr
      • alloro: 2 foglie
      • chiodi di garofano: 2
      • piselli: 100 gr
      • olio: qb
      • sale: qb
      • pepe: qb
      • vino bianco: mezzo bicchiere
      Ricettari correlati Scritto da

      Ricetta e preparazione

      Seguite le istruzioni.

      1. Mettete il brodo in una pentola e aggiungete lo zafferano. Prendete un tegame e mettete una cipolla tritata con un po' di olio e di sale, fatela dorare e poi mettete il riso, fatelo tostare e portatelo a cottura aggiungendo il brodo man mano che serve. Aggiungete 250 gr di parmigiano e il burro e mescolate bene. Poi fate riposare il riso per 12 ore.

      2. Mettete la cipolla tritata in una pentola con un po' di olio evo, unite il tritato e cuocetelo a fuoco vivace, quindi sgranatelo con la forchetta. Sfumate con il vino bianco e poi aggiungete il sale, il pepe, l'alloro, e i chiodi di garofano tritati, unite anche il concentrato sciolto in poca acqua e completate la cottura. Nel frattempo lessate i piselli in abbondante acqua salata profumata con una foglia di alloro e un pizzico di zucchero. Scolate i piselli e aggiungeteli al ragù a cui avrete messo anche il parmigiano rimasto.

      3. Mettete un pugnetto di riso nell'incavo di una mano e al centro mettete un cucchiaio di ragù e due cubetti di Primosale, mettete un altro cucchiaio di riso, compattate e formate una palla facendo attenzione che resti tutto ben compatto. Passate gli arancini nel pangrattato e poi friggeteli in abbondante olio caldo. Se la avete usate una friggitrice.

      Consigli

      Servite gli arancini ben caldi.

      Arancino o Arancina?

      Che gli arancini siano una specialità siciliana non c'è dubbio, ma nella bella isola c'è l'eterna diatriba tra l'arancino maschio catanese o messinese a forma di cupola che è ispirato al Vulcano Etna, e l'arancina palermitana che invece è rotonda. La differenza sostanziale tra le due preparazioni sta soprattutto nella forma e poi nel fatto che a Catania si utilizza il riso bianco o giallo mentre a Palermo oltre al ragù si utilizza lo zafferano. Comunque lo chiamiate, se andate in Sicilia dovete assolutamente provarlo, magari per par condicio uno a Catania e uno a Palermo.

      Festa della Mamma