La caponata siciliana è un piatto tipico prelibato. Alla base di questa ricetta tradizionale abbiamo gli ortaggi più buoni che rimandano ai colori e agli odori di questa terra ricca di storia. Di questa ricetta esistono molte varianti. Qui ve ne proponiamo una che vi permetterà di scoprire degli abbinamenti inediti e di fare un figurone quando avete ospiti a pranzo.

    Ingredienti

    • Olive nere: 60 gr
    • Pomodori: 5
    • Melanzane: 4
    • Capperi: 2 cucchiai
    • Sedano: 2 coste
    • Aceto: 2 cucchiai
    • Cipolle: 1
    • Zucchero: 1 cucchiaino
    • Olio
    • Sale
    • Basilico
    Ricettari correlati Scritto da

    Ricetta e preparazione

    La ricetta è un po’ laboriosa, ma ne vale la pena! Seguite i passaggi.

    1. Tagliare a tocchetti le melanzane. Salate e lasciate riposare.

    2. Intanto appassite la cipolla in un tegame. Poi aggiungete i pomodori a pezzetti, i capperi, il sedano, le olive. Cuocete per 15/20 minuti.

    3. Friggete le melanzane in olio bollente. Mescolatele poi alle altre verdure insieme a aceto e zucchero. Continuate a cuocere per altri 20 minuti.

    Consigli

    Servite con basilico fresco. Una versione più leggera Per ottenere una variante più leggera, dovete evitare necessariamente di friggere. In questa maniera potete venire incontro a chi per problemi di alimentazione non può mangiare fritti. Per prepararla seguite alcuni semplici passaggi. Lavate, asciugate e spuntate tutte le verdure. Pulite una carota e un sedano e spellate una cipolla, quindi tritaleli insieme finemente. Sbucciate due patate e private il peperone dei semi e dei filamenti. Tagliate tutte le verdure a tocchetti. Versate abbondante olio d'oliva in un tegame dai bordi alti, fatelo scaldare e soffriggetevi il trito di sedano, carote e cipolla. Mettete nel tegame anche le verdure tagliate a tocchetti e fatele rosolare a fuoco medio per qualche minuto. Versate la polpa di pomodoro e le olive, salate, pepate e mescolate bene, quindi coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fuoco basso per circa mezz'ora, mescolando di tanto in tanto. Una volta che le verdure sono tutte ben cotte togliete dal fuoco, trasferite nei piatti e servite in tavola. La storia Nell'antichità la caponata era un piatto unico da servire con del pane. L'etimologia deriverebbe dal "capone", nome con il quale in alcune zone della Sicilia viene chiamata la 'lampuga', un pesce dalla carne pregiata ma piuttosto asciutta che veniva servito nelle tavole dell'aristocrazia condito con la salsa agrodolce tipica della caponata. Il popolo, non potendo permettersi il costoso pesce, lo sostituì con le economiche melanzane. Ed è questa la ricetta giunta fino a noi. Secondo un'altra versione il nome del piatto deriverebbe dalle "caupone", taverne dei marinai.