Natale 2016

    La crescia è una ricetta pasquale tipica del pesarese e quindi delle Marche. È una specie di panettone salato che si serve come antipasto servito a fette e con accompagnamento di salumi e formaggi. Un impasto morbido e insaporito da parmigiano e pecorino ne fa una specie di torta la formaggio ottima da mangiare anche da sola.

    Ingredienti

    • Farina: 820 gr
    • Olio: 200 gr
    • Parmigiano: 200 gr
    • Pecorino: 50 gr
    • Lievito: 90 gr
    • Uova: 6
    • Burro: q.b.
    • Sale: q.b.
    • Pepe: q.b.
    Ricettari correlati Scritto da

    Ricetta e preparazione

    Ecco le istruzioni.

    1. In una ciotolina, con g 20 di lievito, g 50 di farina e g 100 di acqua tiepida, preparare una pastella e lasciare lievitare per 30' coperto da un tovagliolo. Montare a neve gli albumi con la frusta rotonda, poi unire i tuorli e, sempre lavorando, aggiungere l'olio, il pecorino, il parmigiano, il pastello lievitato, sale e una generosa macinata di pepe.

    2. Sostituire la frusta rotonda con quella a gancio e, sempre lavorando, aggiungere g 400 di farina, g 70 di lievito sbriciolato e, poco per volta, la farina rimasta (g 400), proseguendo la lavorazione finché la pasta risulterà morbida, omogenea, molto elastica e sulla superficie compariranno delle bollicine d'aria. Imburrare e infarinare abbondantemente uno stampo a chiusura mobile di cm 32 di diametro e trasferitevi la pasta che non dovrà riempirlo per più di due terzi.

    3. Tenere in luogo tiepido, coperto da un tovagliolo, finché la pasta lievitando colmerà lo stampo; allora passare nel forno già a 180° per un'ora e 30' circa, coprendo la crescia a metà cottura con un foglio di alluminio, per evitare che diventi troppo scura in superficie. Prima di sfornare, provare la cottura con uno stecchino che, infilzato nella parte più alta della focaccia, dovrà uscire perfettamente asciutto.

    Consigli

    La crescia si gusta tiepida o fredda, tagliata a fette, con salame a grana grossa.  

    Natale 2016