Frutta e verdura di stagione a gennaio

Frutta e verdura di stagione a gennaio
da in Consigli di Cucina, Frutta, Ricette Verdure
Ultimo aggiornamento: Sabato 10/01/2015 08:57

    frutta e verdura di gennaio

    Oggi vi proponiamo la frutta e la verdura di stagione a gennaio. Tutti sappiamo che è preferibile consumare cibi di stagione per tante ragioni ma soprattutto perché il sapore che assumono è davvero particolare. Inoltre ogni sostanza possiede specifiche componenti che aiutano il nostro organismo a funzionare meglio durante questo periodo. Molti preferiscono i cibi estivi ma non sanno che con frutta e verdura invernale si possono preparare delle ricette davvero deliziose. Inoltre comprando cibi di stagione si rispetta l’agricoltura.

    mandarancio

    È un ibrido ottenuto da mandarini e arance. Le sue caratteristiche sono un unione tra i due frutti: ha dimensione medie, gusto agrumato dell’arancia e praticità di consumo tipico del mandarino. Essendo ricco di vitamina C è uno dei migliori alleati dell’inverno, inoltre ha azione antiossidante. Si può usare per preparare torte e confetture.

    kiwi

    È ricco di zuccheri e povero di grassi. Contiene acqua, fibre e vitamina C per cui il suo consumo è consigliabile in inverno ma anche in autunno. Ha azione antiossidante ed è utile in caso di stipsi perché favorisce la motilità gastrointestinale. Si può mangiare al naturale, con lo zucchero, come gelatina o nei dolci.

    il cachi

    Curioso è il suo significato: nel secondo dopoguerra è diventato simbolo della pace perché resistito alle battaglie e in Cina simboleggia le 7 virtù. Ha l’aspetto di una piccola zucca e il sapore è dolce da paragonarlo ad un vero dessert. Può essere usato per confetture, yogurt e dolci e in Giappone per produrre bevande alcoliche come il sakè.

    le mele

    È tipico della stagione invernale e ne esistono tante varietà. Una mela al giorno toglie il medico di torno, diceva il detto. Sicuramente non è errato visto le sue proprietà: controlla i livelli del colesterolo, riduce l’appetito e migliora la funzionalità intestinale. I suoi usi vanno dal salato al dolce e si possono produrre anche bibite.

    i carciofi

    È un ortaggio che ha un impiego vastissimo in cucina e in erboristeria. Ha azione epatoprotettiva, diuretica e abbassa il colesterolo ed è ricca di carotene e vitamina B. Gli usi in cucina sono vastissimi: fritti, arrostiti, lessati, con la pasta o imbottiti. Insomma l’uso è davvero versatile e il sapore delizioso in qualsiasi tipo di preparazione.

    il cavolfiore

    Esistono tante varietà. Per godere delle proprietà vitaminiche e dei minerali bisognerebbe consumarlo a crudo, cosa che in genere non accade in Italia, oppure cotto a vapore o a pressione. Viene evitata l’assunzione nell’ipotiroidismo, gotta e iperuricemia. Ha azione benefica sull’intestino e riduce il colesterolo.

    Broccoli

    Sono ortaggi dal sapore delicato ma non molto strutturato. Sono ricchi di vitamina C e carotene, aiuta la stipsi e vanta proprietà antiossidanti e antitumorali. Vengono esclusi in caso di gotta e iperuricemia. I broccoli possono essere preparati in tanti modi: al forno, gratinati, fare delle creme o dentro al minestrone.

    rape

    È un tubero con un aspetto incantevole per il colore rosso brillante. È ricco di vitamine B e di sali minerali. Grazie al suo colore viene sfruttato dall’industria alimentare per ricavare coloranti. In cucina è molto usato per accompagnare le carni, ottimo è anche tostato e gratinato. Si può usare per preparare un decotto con azione digestiva.

    815

    Speciale Pasqua