La ricetta dei funghi porcini fritti? Pochi ingredienti per creare un piatto semplice ma gustoso. Il periodo per raccogliere i funghi porcini è quello giusto e il momento buono di augurarsi “buon appetito!” davanti a un piatto cucinato a regola d’arte è… sempre un buon momento! Pochi prodotti sono così stagionali come i funghi porcini e l’autunno è la loro stagione per eccellenza. E anche se non si riuscisse a trovarli nei boschi, vale davvero la pena comprarli dato che ben pochi prodotti sono anche così versatili: perfetti da servire come antipasto, aperitivo o come sostanzioso contorno a un buon piatto di carne. Ecco quindi, come preparare i funghi porcini fritti senza uovo.

    Ingredienti

    • Funghi porcini: 600gr
    • Farina bianca: q.b.
    • Olio per friggere: q.b.
    • Sale: q.b.
    Ricettari correlati Scritto da

    Ricetta e preparazione

    1. Come sempre, prendetevi del tempo per pulire accuratamente i vostri funghi porcini. Munitevi di panno e spazzola dalle setole morbide per togliere accuratamente tutto il terriccio presente da gambo e cappella. Evitate l’acqua: i funghi la assorbirebbero perdendo di consistenza.
    2. Una volta puliti, adagiateli su un tagliere e dedicatevi a tagliarli a fette uguali, di circa mezzo cm di spessore nel senso della lunghezza.
    3. Sul piano di lavoro stendente un po’ di farina: sarà più semplice passarvi i funghi porcini dopo averli tagliati a fette.
    4. Nel frattempo, scaldate un’abbondante quantità di olio in una padella di ferro. Quando sarà ben caldo potrete friggervi i funghi porcini. Friggeteli pochi alla volta, prestando attenzione al colore: quando diventeranno dorati sarà il momento di toglierli dall’olio.
    5. Prendete un mestolo forato per l’operazione della scolatura. Sgocciolateli bene e fateli asciugare su carta assorbente.
    6. I vostri funghi porcini fritti senza uovo sono pronti, ma ricordatevi di salarli a piacimento!

    Consigli

    I funghi porcini frutti senza uovo si servono caldissimi, ma se volete dare un tocco chic in più, serviteli in un cono di carta per ricreare la più tipica delle fritture da passeggio!

    Conservazione

    Meglio mangiarli subito, ma può sempre tornare utile conservare i funghi porcini fritti per approfittare del loro sapore unico. In questo caso, sarà sufficiente congelarli, come qualsiasi atro piatto preparato.

    Varianti

    Se agli ingredienti sopra menzionati aggiungete 2 uova, 15cl di latte e un bicchiere di pane grattugiato, potrete creare la pastella per i vostri funghi porcini fritti. Rompete le uova in una terrina, aggiungete un pizzico di sale e la farina, amalgamate il composto con il latte aiutandovi con una frusta. Lasciate riposare la pastella per circa mezz’ora per poi immergervi i funghi porcini prima di passare alla frittura con l’olio. Un’altra versione è quella per i funghi porcini impanati nel burro e pangrattato. Eliminate quindi olio e farina. Dopo aver pulito i funghi porcini passateli nell’uovo e poi nel pangrattato. Fate fondere il burro in una padella e, quando sarà spumeggiante, unitevi i funghi porcini. A doratura completata, sgocciolateli e passateli su una carta assorbente prima di servirli. Qualsiasi sia la vostra scelta, per ottenere dei funghi porcini croccanti occorrerà tenerli più tempo nell’olio o – come nell’ultimo caso – nel burro. State solo attenti a… non bruciare niente!

    Vini da abbinare

    Quali vini abbinare ai funghi porcini fritti? Il consiglio è di indirizzarsi su vini bianchi frizzanti secchi con una buona acidità come ad esempio le bollicine della Franciacorta e del Trentino.
     
     
     
     
     
    RICETTE PIU' POPOLARI