Natale 2016

    Ecco la ricetta e le varianti più gustose delle graffe, un delizioso dolce fritto tipico della tradizione napoletana. Tipicamente queste gustose ciambelle vengono preparate per il Carnevale, ma sono gustate dai napoletani anche nel resto dell’anno. L’impasto delle graffe viene preparato lavorando energicamente farina, patate lessate e schiacciate, zucchero, burro fuso e altri ingredienti di semplice reperibilità. Il tocco finale è l’immancabile zucchero semolato con cui vengono ricoperte!

    Ingredienti

    • Farina: 500 gr
    • Lievito di birra: 35 gr
    • Patate: 500 gr
    • Latte: ½ bicchiere
    • Uova: 3 intere + 3 tuorli
    • Burro: 100 gr
    • Zucchero: 100 gr + q.b. per la copertura
    • Scorza grattugiata di limone: q.b.
    • Olio per friggere: q.b.
    Ricettari correlati Scritto da

    Ricetta e preparazione

    1. Lessate le patate, pelatele e passatele allo schiacciapatate. Nel frattempo, impastate 100 gr di farina con il lievito di birra sciolto in un po’ di latte tiepido. Con il composto ottenuto realizzate una piccola pagnotta e fatela lievitare in un luogo tiepido fino a quando avrà raddoppiato il suo volume. Su un piano di lavoro realizzate la classica fontana con la restante farina e al centro unite le patate, la pagnotta di lievito precedentemente preparata, il burro fuso, 3 tuorli, 3 uova intere, lo zucchero, la scorza grattugiata di un limone e un pizzico di sale.

    2. Lavorate energicamente l’impasto con le mani, fatelo riposare per qualche minuto e riprendete a lavorarlo finché diventerà sodo e si staccherà facilmente dal piano di lavoro. Con l’impasto ottenuto realizzate una palla e mettetela a lievitare in un luogo tiepido per almeno 60 minuti. Trascorso il tempo indicato, stendete l’impasto con il matterello e utilizzate un coppapasta per realizzare le ciambelle; per il buco, invece, impiegate un bicchierino.

    3. Ricordate di chiudere per bene le estremità tra loro per evitare che le graffe si aprino durante la cottura. Friggete questi deliziosi dolci a fiamma bassa in olio ben caldo facendole dorare da entrambi i lati. Una volta cotte, fate intiepidire le graffe su un foglio di carta assorbente e spolverizzatele con un po’ di zucchero semolato.

    Consigli

    Servite le graffe tiepide o a temperatura ambiente. L’ideale è consumare questi deliziosi dolci fritti al momento, però potete conservare le graffe anche per 1-2 giorni. Varianti Le graffe possono essere realizzate in alcune deliziose varianti. Se volete preparare una versione più light potete cuocere le graffe in forno a 190 ° fino a quando la superficie sarà ben dorata. Una deliziosa variante delle graffe che si prepara a Napoli sono le bombe, che si preparano con lo stesso impasto. La differenza consiste nel fatto che le bombe non hanno la forma di ciambella e vengono farcite con confetture a scelta, nutella, crema o cioccolato bianco o al latte.

    Natale 2016