Natale 2016

    La ricetta di oggi vi spiega come realizzare i krumiri fatti in casa. I krumiri sono i tradizionali biscotti originari di Casale Monferrato, ideati per la prima volta dal pasticciere Domenico Rossi. Oltre cento anni dopo la nascita dei krumiri non si conosce ancora con certezza l’origine del nome; probabilmente esso deriva dal nome del liquore che veniva servito con questi biscotti. Ancora oggi la ricetta realizzata da Rossi non è completamente nota; tuttavia esistono moltissime varianti con farina di mais o farina bianca oppure al cacao o ancora alla frutta. La ricetta che vi proponiamo non è complessa ed è molto simile a quella originale. Non esitate a gustarli a colazione oppure con un tè.

    Ingredienti

    • Farina 0: 350 gr
    • Zucchero a velo: 100 gr
    • Tuorli d’uova: 3
    • Sale
    • Burro: 200 gr
    • Vaniglia: 1 stecca
    Ricettari correlati Scritto da

    Ricetta e preparazione

    1. Prima di iniziare ad impastare, preriscaldate il forno a 200°. Per realizzare l’impasto setacciate la farina in un contenitore e aggiungete lo zucchero a velo, la vaniglia prelevata dal baccello e un pizzico di sale. Aggiungete i tuorli d’uovo e il burro fuso. Impastate il tutto con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo.

    2. Formate una palla con l’impasto e copritela con la pellicola trasparente per farla riposare circa 30 minuti a temperatura ambiente. Trascorso il tempo necessario, ammorbidite l’impasto con le mani ed inseritelo in una tasca da pasticciere di tela. Prendete una teglia e rivestitela di carta forno.

    3. Con la sac a poche create le classiche forme di mezza luna, raggiungendo una lunghezza di 7-8 cm. Infornate i biscotti e lasciateli cuocere per circa 15-20 minuti, assicurandovi che non brucino. Sfornateli e lasciateli raffreddare su una griglia; poi serviteli oppure conservateli. Foto di FrancescaV.com

    Consigli

    I krumiri possono conservarsi fino ad una settimana se posti in contenitori ben sigillati. Vi consigliamo di provarli con una buona cioccolata calda oppure servirli come da tradizione con un liquore dolce.

    Natale 2016