La pasta cacio e pepe è una semplice ricetta della tradizione romanesca. Questo primo piatto può essere preparato facilmente in casa, ma, nonostante la sua semplicità, nasconde non poche insidie! Il segreto consiste nell'ottenere un perfetto equilibrio tra acqua di cottura e pecorino, in modo da ottenere una sorta di cremina che si amalgamerà perfettamente a qualunque formato di pasta.

    Ingredienti

    • Pecorino romano: 200 gr
    • Sale: qb
    • Pepe: qb
    • Spaghetti alla chitarra: 400 gr
    Ricettari correlati Scritto da

    Ricetta e preparazione

    1. Per preparare la pasta cacio e pepe, lessate gli spaghetti alla chitarra in una pentola con abbondante acqua salata, poi scolateli al dente e tenete da parte un po' dell'acqua di cottura.

    2. Nel frattempo, grattugiate il pecorino romano. Quando la pasta sarà cotta, trasferitela in un ciotola ben calda e aggiungete un mestolo di acqua di cottura. Unite poi anche il pecorino e il pepe e mescolate rapidamente in modo da amalgamare bene tutti gli ingredienti.

    3. Per preparare un perfetto piatto di pasta cacio e pepe è fondamentale il giusto equilibrio tra acqua di cottura e pecorino. Amalgamando gli ingredienti dovrete ottenere una sorta di cremina. Quindi, aggiungete un po' di acqua di cottura se la pasta dovesse risultare troppo asciutta. Viceversa, per eliminare la presenza di acqua di cottura, aggiungete un po' di pecorino fino ad ottenere la consistenza desiderata.

    Consigli

    Servite il piatto ben caldo accompagnandolo con un po' di pepe. Se avete ospiti e non potete servire il piatto immediatamente aggiungete un po' di olio. Quale pasta scegliere La tradizione romanesca vuole che per questa ricetta vengano utilizzati degli spaghetti. La pasta cacio e pepe, di origine contadina, viene anche preparata in Sicilia utilizzando questo stesso formato di pasta. In alternativa, particolarmente indicati sono i rigatoni, i bucatini, i fusilli e le penne rigate. I bucatini, infatti, hanno una forma molto simile agli spaghetti. I fusilli, i rigatoni e le penne rigate, invece, sono in grado di assorbire perfettamente la cremina di acqua di cottura e pecorino.