Natale 2016

    La pasta choux o pasta per bignè è una ricetta di base abbastanza semplice da realizzare. Questa preparazione viene utilizzata come base di tantissimi dolci come i profiteroles e gli eclair. La caratteristica principale di questo impasto è la doppia cottura, prima in tegame e poi in forno. Dopo la cottura in forno, la pasta choux si asciuga e diventa leggera e delicata. Essendo un impasto neutro, una volta cotta, può essere farcita con creme dolci o salate. La pasta choux può essere anche fritta, ciò ad esempio avviene per la preparazione delle classiche Zeppole di San Giuseppe.

    Ingredienti

    • Farina 00: 200 gr
    • Acqua: 200 ml
    • Burro: 100 gr
    • Uova: 4
    • Sale: un pizzico
    Ricettari correlati Scritto da

    Ricetta e preparazione

    1. In una casseruola versate l’acqua e il burro e ponete sul fuoco. Quando il composto bolle, scostate la casseruola dal fuoco e aggiungete la farina setacciata e un pizzico di sale. Rimettete la casseruola sul fuoco e con un mestolo di legno lavorate l’impasto fino a quando si sarà rassodato e si staccherà dalle pareti della pentola.

    2. Versate il composto ottenuto in una scodella e fatelo intiepidire. Unite poi le uova una per volta ed incorporatele al composto. Infine, tenete la pasta coperta fino al momento di utilizzarla.

    3. Se volete preparare i classici bignè, versate la pasta choux in una tasca da pasticciere con bocchetta liscia e rotonda del diametro di 1 cm. Foderate una placca con della carta forno e formate delle palline della grandezza di una nocciola distanziandole tra loro. Fate cuocere i bignè in forno statico già caldo a 220 °C per circa 15 minuti senza aprire l’elettrodomestico. Trascorsi i 15 minuti iniziali, fate cuocere i bignè per altri 10-15 minuti abbassando la temperatura a 190 °C. Terminata la cottura, aprite lo sportello del forno e lasciate i bignè all’interno per circa 20 minuti. Infine, fateli raffreddare completamente a temperatura ambiente.

    Consigli

    La pasta choux può essere conservata in un contenitore a chiusura emetica per circa 2-3 settimane. In alternativa, potete anche congelare i bignè vuoti. Foto di Edward Kimber

    Natale 2016