Scopriamo insieme la ricetta della pasta con le fave, un tipico piatto primaverile che possiamo cucinare anche durante altri periodi dell'anno utilizzando le fave secche. Vi proponiamo quindi entrambe le versioni, con fave fresche e secche. C'è da ricordare che esistono varianti molto saporite di questo piatto, come ad esempio la pasta con fave e ricotta o con pancetta. Se volete potete trasformare le fave in crema per fare il macco. La pasta con il macco di fave è una ricetta tipica della cucina siciliana: in questo caso la pietanza si deve profumare solo con olio, sale, pepe e del finocchietto selvatico che darà quel tocco di sapore davvero irresistibile!

    Ingredienti

    • Fave secche: 300 grammi (Fave fresche: 500 grammi già sgusciate)
    • Finocchietto selvatico: 1 ciuffo
    • Sale: qb
    • Pasta: 400 gr
    • Olio: qb
    • Sale: qb
    Ricettari correlati Scritto da

    Ricetta e preparazione

    1. Se decidete di usare le fave secche, procedete in questo modo: prendete una ciotola e mettete le fave, copritele di acqua fredda e fatele riposare lasciandole in ammollo per 12 ore.

    2. Trascorso questo lasso di tempo scolate le fave e mettetele in una pentola grande e dai bordi alti (partite da qui se avete deciso di usare le fave fresche). Aggiungete l'acqua che serve a coprirle tutte e cuocete per circa 30. Le fave devono essere praticamente sfatte, se non lo sono, proseguite la cottura qualche altro minuto.

    3. Aggiungete il finocchietto e poi rendete tutto una crema omogenea utilizzando un frullatore a immersione. Aggiustate di sale e mescolate bene.

    4. Lessate la pasta e scolatela al dente, aggiungete la pasta nella pentola con il macco di fave e mescolate molto bene, eventualmente aggiungendo un mestolo di acqua di cottura della pasta. Aggiustate di sale e pepe e servite con un filo di olio extra vergine di oliva.

    Pasta con fave e ricotta

    Pasta con fave e ricotta

    Per portare in tavola la pasta con fave e ricotta procuratevi gli ingredienti (per 4 persone): 400 grammi di pasta, 500 grammi di fave già sgusciate., 30 grammi di cipolle, 250 grammi di ricotta di pecora, sale, pepe e formaggio grattugiato quanto basta. Procedete così: in una pentola con un filo di olio fate soffriggere la cipolla per cinque minuti, unite le fave e un pizzico di sale, versate acqua quanto basta a coprirle (150/200 ml) e cuocete per circa cinque/dieci minuti mettendo un coperchio. Cuocere la pasta al dente e versarla nel tegame con le fave. Mescolate e mettete nei piatti aggiungendo su ogni piatto delle fettine di ricotta di pecora. Servite con un filo d’olio, pepe nero e una spolverata di formaggio grattugiato. Se volete sperimentare, provate la ricetta della pasta con le fave, a ricotta e la pancetta, è una variante deliziosa arricchita dal sapore del salume.

    Consigli

    Per rendere i polpi più teneri è preferibile comprarli freschi e poi congelarli chiudendoli in una busta per alimenti. Lasciateli in freezer per due giorni, così tutte le fibre si distendono e in cottura il polpo risulterà tenerissimo. Per non fare spellare i polpi, cioè per evitare che diventino brutti esteticamente, occorre non toglierli immediatamente dall’acqua. Quindi scolateli in questo modo: portate tutta la pentola sotto il rubinetto e fate scorrere l'acqua fredda, fino a raffreddare completamente il polpo. A questo punto toglietelo dall'acqua, così esce omogeneo, e la pelle rimane compatta. Procedete poi al taglio e al condimento.