La piadina romagnola è un piatto tipico della tradizione dell'Emilia Romagna che ormai è amato e diffuso in tutta Italia. Di solito le piadine si acquistano al supermercato e poi si farciscono in casa. Se volete potete provare a farle in casa, non sono affatto difficili, servirà un'oretta circa tra impasto, riposo e cottura. Noi le abbiamo provate e vi possiamo assicurare che le piadine fatte a casa sono molto più buone di quelle pronte del supermercato!

    Ingredienti

    • acqua: 160 ml
    • bicarbonato: 2 gr
    • farina: 500 gr
    • sale: 10 gr
    • strutto: 75 gr
    Ricettari correlati Scritto da

    Ricetta e preparazione

    Seguite le istruzioni.

    1. Prendete una ciotola e mettete la farina e il sale, aggiungete lo strutto e poi unite l'acqua, impastate bene per una decina di minuti fino ad avere un impasto omogeneo. Fate delle palline e poi copritele con un telo e poi lasciatele riposare per circa mezz'oretta in un posto fresco e asciutto.

    2. Stendete la pasta con un mattarello allo spessore di 4-5 millimetri cercando di dare una forma rotonda, se volete potete usare un piatto per fare uno cerchio perfetto.

    3. Cuocete le piadine su una padella a fiamma vivace per 1-2 minuti per parte bucherellando la superficie quando si formeranno le bolle. E' consigliabile usare una padella dal bordo spesso in modo che la cottura sia ottimale, veloce ma perfetta.

    Consigli

    Se volete preparare delle piadine più morbide sostituite l'acqua con il latte intero.

    La vera "piada"

    "La j'è bona in tot i mud, la j'è bona énca scundida: se' n'avé ancora capì, a scor propri dla pida" ovvero "È buona in tutti i modi, è buona anche scondita: se non avete ancora capito, parlo proprio della piadina" recita una poesia romagnola). La piadina è una sfoglia fatta con farina di frumento, strutto (oppure olio extravergine di oliva), sale e acqua, viene tradizionalmente cotta su un piatto di terracotta ma al giorno d'oggi si usano anche le piastre di ghisa o la pietra refrattaria. La piadina negli anni ha subito varie modificazioni. Un tempo non veniva usato nessun agente lievitante, adesso per renderla più morbide si mette nell'impasto un po'di bicarbonato, ma vanno benissimo anche il lievito chimico per torte salate oppure il lievito di birra. Per amalgamare gli ingredienti si usa l'acqua, meglio se frizzante, ma va bene anche una miscela 50 e 50 di acqua e vino bianco oppure acqua e latte.

    Come farcire la piadina

    La piadina di può farcire a piacere con formaggi e salumi, la piada classica prevede un formaggio morbido e spalmabile tipo squacquerone, casatella o stracchino e poi un salume, tipo prosciutto crudo, cotto, salame, bresaola ecc. Potete aggiungere anche la rucola o la lattuga, pomodori, olive o verdure sott’olio. Completate tutto con un filo di olio e un pizzico di sale. Ottima anche la piada pizza, un modo veloce e saporito per gustare la piadina.