Ricetta Migliaccio Napoletano

  • Commenti (1)
migliaccio
  • Difficoltà Difficoltà:

    Facile

  • Tempo Tempo:

    1 h e 30 min

  • Persone Persone:

    6

  • Calorie Calorie:

    200 kcal/Porz.

Il migliaccio è un dolce tipico della tradizione napoletana che viene preparato in occasione del Carnevale. Il suo nome prende origine dal miglio, farina un tempo usata per numerose preparazioni e oggi sostituita con quella di granturco. In Italia esistono diverse versioni di migliaccio che corrispondono a pietanze diverse a seconda della regione. In Emilia-Romagna, per esempio, il migliaccio è un dolce a base di sanguinaccio, in Toscana è un tipo di focaccia e in Campania, appunto, è un dolce a base di semola. Vediamo insieme quali sono gli ingredienti e come prepararlo.

Ingredienti

Ricetta e preparazione

  1. Mettete il in una casseruola e fatelo riscaldare insieme al .

  2. Quando sarà ben caldo, aggiungete pian piano la semola mescolando continuamente con un cucchiaio di legno. Fate cuocere per venti minuti e lasciare intiepidire.

  3. A parte, passate la al setaccio e incorporatevi le uova, un pizzico di sale, lo , la scorza di , il limoncello e la .

  4. Mescolate i due composti.

  5. Versate l’impasto in una teglia imburrata e infarinata e cuocere in forno preriscaldato a 180° per 50-60 minuti. Fate raffreddare e buon appetito.

Consigli

Servite spolverizzando con dello a velo.
Curiosità
Il migliaccio è il dolce tipico di Carnevale. E’ un dolce antico, appartenente alla tradizione contadina. La ricetta originale, di origine contadina, prevedeva un ingrediente che attualmente è in disuso: il sangue di maiale. Del maiale, come si sa, non si butta via niente e con questo spirito si faceva questo dolce, che oggi invece è anche detto “torta di ” proprio dal nome del suo ingrediente principale. Come potete vedere dalla lista degli ingredienti è abbastanza economico, realizzato con ingredienti naturali e facilmente reperibili, diremmo quasi “biologico”. L’unico problema è il numero di uova, che per alcuni dovrebbero essere addirittura dieci. Non preoccupatevi, però, se volete rimanere più leggeri usatene solo tre, cambiando alcune dosi (125 gr di , 250 gr di , 250 gr di , 1/2 litro di ). Se poi volete insaporire ancora di più il composto, metteteci un bicchierino di rhum o strega. Otterrete un retrogusto delicato.

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

da in

Commenti (1)

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
Febi 15 luglio 2012 08:00

il servizio e8 sliuvppato da fancygens.com.Per quanto rigurda i suggerimenti sono sempre bene accetti. Caro Fabio ho iniziato con il blogging soltanto a fine maggio, quindi, non ho molta esperienza, ma soltanto molta passione;).Per quanto riguarda la tua osservazione e8 giusta. Inizialmente il numero di post era 10 per cui la sidbar pareggiava la parte centrale, ma ho ridotto i post a 5 per allegerire il caricamento. Lavorerf2 sulla sidebar appena avrf2 un po’ di tempo ed eliminerf2 tool e quant’altro non sia veramente indispensabile.Grazie ancora, Fabio;). Ricambio gli auguri:)

Rispondi Segnala abuso
1
2
3
4
5
6
Ricette più richieste
  • Crepes
    Crepes
  • Tiramisù
    Tiramisù
  • Pancake
    Pancake
  • Pan di Spagna
    Pan di Spagna
  • Arancini
    Arancini
  • Crema pasticcera
    Crema pasticcera
  • Pesto alla genovese
    Pesto alla genovese
  • Muffin
    Muffin
  • Amatriciana
    Amatriciana
  • Cheesecake
    Cheesecake
7
Paper Project
8
Segui PourFemme
9
10

Scarica gratis l'applicazione PourFemme

IPHONE IPAD ANDROID
12
13
Scopri PourFemme
torna su