Ricetta Pandoro originale

Come presentare il pandoro
  • Difficoltà Difficoltà:

    Difficile

  • Tempo Tempo:

    12 h

  • Persone Persone:

    6

  • Calorie Calorie:

    410 kcal/Porz.

Il Pandoro è un dolce tipico di Verona che ormai fa parte della tradizione italiana, solitamente si compra già pronto o al supermercato oppure quello artigianale confezionato nelle pasticcerie, ma il pandoro si può anche fare in casa, certo non è semplicissimo, ma vedrete che vi darà molta soddisfazione sfornare il vostro personalissimo pandoro e servirlo ai vostri amici e familiari! Qui di seguito trovate una ricetta abbastanza semplificata in modo che tutti possiamo cimentarci nella realizzazione senza troppe difficoltà!

  • Pandoro a forma di albero con ciuffi di crema
  • Pandoro con  crema e melograno
  • Pandoro con il gelato
  • Pandoro con crema e frutta fresca
  • Pandoro glassato con il cioccolato
  • Pandoro fatto in casa

Ingredienti

Ricetta e preparazione

Ecco la ricetta per realizzare un delizioso pandoro casalingo.

  1. Prendete una ciotola e mettete dentro 75 gr di con 10 gr di , sbriciolatevi il , aggiungete un tuorlo e impastate con un pochino di acqua tiepida, formate un panetto e fatelo riposare in un luogo tiepido a 18-20° per 2 ore.

  2. A questo punto prendete il panetto lievitato ed aggiungete 160 gr di , 25 gr di ammorbidito, 90 gr. di e 3 tuorli, mescolate e poi impastate bene fino ad ottenere un impasto omogeneo e poi fate lievitare per altre 2 ore. Aggiungete quindi 375 gr di , 40 gr di ammorbidito, 75 gr di , 1 uovo intero e tre tuorli, impastate e fate lievitare per altre due ore. Mettete l’impasto sulla spianatoia e aggiungete la , la scorza di e la .

  3. Pesate l’impasto così ottenuto e calcolate 150 gr di per ogni chilo. Ponete il ammorbidito e a pezzetti al centro dell’impasto steso con il mattarello a formare un quadrato, spandete il e poi piegate la pasta in tre, fatela riposare 30 minuti e ripetete questa operazione per altre 2 volte. Nel frattempo imburrate due stampi per pandoro e cospargete tutte le pareti con un po’ di semolato, in questo modo non si attaccherà l’impasto alle pareti.

  4. Formate due palle e mettetene una in ogni stampo, fate lievitare finchè l’impasto sarà arrivato a metà stampo, poi continuate la lievitazione in un luogo tiepido fin quando l’impasto arriverà a livello dello stampo. Cuocete il pandoro in forno preriscaldato a 190° per circa 40 minuti, a metà cottura abbassate la temperatura a 180°C e coprite la superficie con della carta di alluminio, in questo modo cuocerà bene senza scurirsi troppo. Fate la prova dello stecchino e poi fate raffreddare il pandoro nel forno spento con lo sportello semi aperto. Quando il pandoro si sarà raffreddato potete decorarlo con lo e servirlo!

Consigli

pandoro con crema

Il Pandoro è buonissimo al naturale ma è ottimo anche farcito con crema pasticcera o nutella. Nelle occasioni speciali in cui volete qualcosa di goloso potete decorare il pandoro con una glassa al cioccolato o al , oppure con la crema Chantilly, una ganache al cioccolato oppure della semplice montata. Decorate il vostro pandoro a piacere con canditi, smarties, gocce di cioccolato oppure pasta di .

Pandoro ripieno e glassato

pandoro farcito glassato ricetta

Ingredienti
1 Pandoro, 300 gr di ricotta, 100 ml di miele, 80 gr di nocciole già pelate, 80 gr di mandorle già pelate, 50 gr di arancia candita, 180 gr di , 1 albume, zuccherini colorati e confettini per decorare.

Preparazione
Prendete un pandoro, tagliate una calotta in alto e svuotatelo lasciando un bordo di 2 centimetri da tutti i lati. Tritate metà del dolce estratto e tenetelo da parte. Mettete la ricotta in una ciotola e mescolatela con il miele fuso e raffreddato, aggiungete l’arancia candita a pezzetti, le nocciole e le mandorle tritate e infine il pandoro tritato e mescolate bene con una forchetta fino ad avere un composto omogeneo. Riempite il pandoro con il composto che avete preparato e poi posizionate di nuovo la calotta in modo da ricomporre il dolce. Preparate una glassa con albume e e mescolate bene fino ad avere una crema fluida. Coprite il pandoro con la glassa, fatela cadere al centro in modo che da sola scivoli da tutti i lati. Fate asciugare la glassa e poi decorate con confettini e zuccherini colorati preferibilmente a tema natalizio.

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

da in ,

Commenti (3)

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
cuoco nudo
Cuoco nudo 20 febbraio 2013 18:16

Che ideona. Complimenti!!

Rispondi Segnala abuso
Azzurro84 12 ottobre 2013 14:53

Dopo molti studi e sperimentazioni sono riuscito a realizzare il pandoro, identico a quello che vendono sugli scaffali a Natale (quasi tutti quelli che lo hanno assaggiato si sono complimentati, avendolo trovato anche più buono di quello industriale). Quindi mi sentirei di lasciare un commento sulla ricetta di questo sito. Personalmente non condivido in pieno le dosi qui indicate per i seguenti motivi:

1) Facendo la somma delle dosi, il pandoro verrebbe a pesare più di 1500 g, che è troppo;
2) 250 g di burro sono eccessivi per un pandoro di grandezza standard, quindi renderebbero l’impasto troppo unto e anche più scivoloso e scomodo da lavorare (oltre a riempirlo di grassi che fanno male);
3) La quantità di zucchero deve essere almeno del 20% rispetto al peso totale del dolce (senza contare lo zucchero, ovviamente), per cui in tal caso il 20% di 1300 è 260, e non 200;
4) Se c’è il burro, non c’è bisogno della panna perché il primo già contiene il secondo;
5) 8 uova sono troppe per 650 g di farina in quanto di norma si conta 1 uovo ogni 100 grammi di farina;
6) Negli ingredienti va aggiunto 1 g di sale;
7) Il pandoro deve contenere 1 g di vanillina, e quindi occorrono due bustine perché una sola contiene mezzo grammo (se ci riferiamo alle bustine Pane Angeli);
8) Negli ingredienti, la quantità d’acqua da utilizzare va precisata perché agire “a naso” non è la condizione ideale per realizzare un dolce difficile come il pandoro;
7) Anziché la scorza grattuggiata di limone, direi che siano più indicate alcune gocce di essenza di rum che danno maggior profumo al dolce.

Questi consigli che mi permetto di inviarti non vogliono criticare il tuo lavoro, ma semplicemente suggerirti un diverso dosaggio degli ingredienti grazie al quale io ho ottenuto ottimi risultati. Spero possa assaporarli anche tu… e se così non sarà potremo anche concordare un incontro a casa mia, dove ti aspetto per offrirti un po’ del mio pandoro! Un caro saluto.

Rispondi Segnala abuso
Angela Bruno
Angela Bruno 14 ottobre 2013 16:14

Ciao!!!Grazie mille per la tua ricetta e i tuoi consigli :)
Continua a seguirci e a darci i tuoi suggerimenti.
A presto,

Angela

Rispondi Segnala abuso
Ricette più richieste
  • Crepes
    Crepes
  • Tiramisù
    Tiramisù
  • Pancake
    Pancake
  • Pan di Spagna
    Pan di Spagna
  • Arancini
    Arancini
  • Crema pasticcera
    Crema pasticcera
  • Pesto alla genovese
    Pesto alla genovese
  • Muffin
    Muffin
  • Amatriciana
    Amatriciana
  • Cheesecake
    Cheesecake
Paper Project
Segui PourFemme

Scarica gratis l'applicazione PourFemme

IPHONE IPAD ANDROID
Scopri PourFemme
torna su