Ricetta Tartare di Tonno

Tartare di tonno
  • Difficoltà Difficoltà:

    Facile

  • Tempo Tempo:

    30 min

  • Persone Persone:

    4

  • Calorie Calorie:

    100 kcal/Pers.

La tartare di è un piatto freddo veloce e facile da preparare. Una ricetta delicata che vi farà fare un successone con un minimo sforzo. L’ingrediente principale è del fresco che poi condirete con un trito saporito. Servito con del pane tostato caldo è l’ideale per una cena fredda frugale ma gustosa.

  • tartare tonno
  • tartare tonno con salsine
  • tonno
  • tartare di tonno in bicchiere
  • tartare di tonno e capperi
  • tartare di tonno con patate

Ingredienti

Ricetta e preparazione

Ecco le istruzioni.

  1. Tritare molto finemente il fresco, versarci il succo di un , impastare con una forchetta e lasciar riposare per 10 minuti. Tritare anche una piccola cipolla bianca, i , qualche filo di e i filetti di sottolio.

  2. Unirli al composto con il e aggiungere l’, un pizzico di sale e una spolverata di nero.

  3. Mescolare molto bene il tutto e servire accompagnato da fettine di pane tostato.

Consigli

Servire subito, oppure conservare in frigo e consumare il giorno dopo. Accompagnare con crostini di pane e un buon vino bianco, magari frizzante.
Cosa significa tartare?
Il nome pare derivi dal nome del popolo nomade dei Tartari. Di origini asiatiche pare che questi popoli non avessero modo di cucinare e quindi mangiavano la carne cruda. Questo tipo di preparazione è molto diffusa in Europa Centrale, Francia, Belgio e Paesi Bassi. La stessa preparazione si può usare anche per il pesce, con tanti tipi di pesce come il branzino, il salmone, le capesante. Occorre ovviamente fare molta attenzione al fatto che non tutti possono mangiare il pesce crudo e che farlo è davvero molto pericoloso. Per delle cene a tema con ospiti importanti però questo piatto può essere davvero un’idea alternativa, la svolta.
Le varianti
Una variante ancora più estiva è quella in cui l’emulsione del pesce viene effettuata all’interno di profumato succo d’arancia. Cosa cambia? Sicuramente il sapore di tutto il piatto! Però potete sbizzarrirvi con la fantasia creando la tartare di al pesto o alle olive. Oppure potete pensare di usare spezie diverse per profumare il piatto come la maggiorana o l’origano, sapori che rimandano molto più di altri al periodo favoloso che attraversiamo. Dovete condire il con questi ingredienti e poi magari potete servire il piatto con vari assaggini di diversi gusti. Un piatto colorato e fresco!

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

da in

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento