Chi fu il pasticcere che creò la ricetta del tiramisù? La risposta a questa domanda è ancora sconosciuta (moltissimi dubbi legano il dolce alla sua origine), ma ciò che conta è che sicuramente ebbe un’ottima idea. Ormai diventato parte integrante della tradizione culinaria italiana ed esportato in tutto il mondo, il tiramisù è un grande classico perfetto da preparare per qualsiasi occasione: a Natale, per una festa in famiglia o una cena tra amici. Col tempo numerose varianti si sono aggiunte e hanno modificato la ricetta tradizionale, ma oggi scopriremo la ricetta del tiramisù classico, semplice e gustosa!

    Ingredienti

    • 6 uova
    • Mascarpone: 500gr
    • Zucchero: 150gr
    • Savoiardi: 300gr
    • Caffè: 750ml
    • Liquore a piacere: qb
    • Cacao amaro: qb
    Ricettari correlati Scritto da

    Ricetta e preparazione

    1. La preparazione del tiramisù inizia sempre dividendo gli albumi dai tuorli. Raccoglieteli in due ciotole separate e tenete momentaneamente da parte gli albumi.
    2. Nella terrina contenente i tuorli aggiungete 70gr di zucchero e, con un cucchiaio di legno o con uno sbattitore elettrico, montateli fino a quando non avrete ottenuto un composto spumoso.
    3. Una volta montati, aggiungete anche i 500gr di mascarpone e tornate a lavorare il tutto con lo sbattitore elettrico per ottenere un composto cremoso e omogeneo.
    4. È il turno degli albumi: andranno montati a neve senza l’aggiunta di nessun altro ingrediente fino a metà del procedimento. Quando vedrete che state quasi per ottenere una spuma vaporosa, versate poco alla volta altri 70gr di zucchero. Continuate a montare aiutandovi con una frustra elettrica fino a quando una nuvola di neve ben ferma non comparirà nella vostra terrina.
    5. Unite i due composti, quello degli albumi con quello dei tuorli e del mascarpone e, con un cucchiaio di legno, mescolate il tutto dal basso verso l’alto facendo attenzione a non creare bolle d’aria e a non smontare le chiare d'uovo.
    6. Riponete la crema ottenuta in frigorifero e nel mentre passate alla preparazione dei savoiardi.
    7. Preparate i 750ml di caffè, potete utilizzare la macchinetta o la tradizionale moka. All’incirca la quantità richiesta corrisponde a una decina di caffè.
    8. Scegliete una ciotola che possa contenere tutto il caffè preparato, aggiungete i 10gr di zucchero rimanenti, tre cucchiai di liquore a scelta e mescolate.
    9. Tirate fuori dal frigo la crema composta poco fa: è giunto il momento di assemblare il tiramisù.
    10. Scegliete una pirofila di medie dimensioni e iniziate stendendo uno strato non particolarmente corposo di crema fredda. Per il secondo strato, imbevete i savoiardi nella bagna di caffè e liquore e disponeteli uno accanto all’altro.
    11. Continuate con uno strato di crema e uno di savoiardi imbevuti fino al completo esaurimento degli ingredienti. Ricordatevi però che l’ultimo strato che chiuderà il tiramisù è quello di crema.
    12. Riponete la pirofila in frigo per due ore abbondanti. Poco prima di servire il vostro tiramisù classico, cospargete con un’abbondante quantità di cacao amaro in polvere tutta la superficie.

    Consigli

    Per la buona riuscita del vostro tiramisù classico ricordatevi due semplici dettagli: le uova al momento dell’utilizzo dovranno essere a temperatura ambiente, mentre il mascarpone andrà tirato fuori dal frigo 30 minuti prima della preparazione. Per un’ottima degustazione invece, il riposo in frigo di almeno due ore è fondamentale.

    Conservazione

    Essendo un dolce al cucchiaio a base di uova e mascarpone, meglio conservare il tiramisù in frigorifero per al massimo due giorni. Se avete bisogno di conservarlo per più tempo, una buona opzione è quella di congelarlo nel freezer: durerà per una settimana circa.

    Varianti

    Se il caffè non fa per voi, potete provare la ricetta del tiramisù alle fragole. Il procedimento è il medesimo, ma anziché inzuppare i savoiardi nel caffè, andranno tuffati nello sciroppo di fragole. Inoltre, potrete dare un ulteriore tocco fruttato al vostro tiramisù di fragole aggiungendo un paio di fragole intere come topping finale dopo la spolverata di cacao. I golosi apprezzeranno la variante del tiramisù alla nutella: basterà inserire tra lo strato di crema e lo strato di savoiardi inzuppati nel caffè uno strato più o meno abbondante della classica crema alle nocciole tanto amata! La versione light prevede di preparare il tiramisù senza uova. Create una crema unendo delicatamente il mascarpone e la panna montata in una ciotola per un sapore cremoso e invitante.

    Vini da abbinare

    Al tiramisù classico abbinate un vino privo di bollicine. Queste ultime andrebbero a contrastare con il carattere forte del dolce e il suo sapore netto. Meglio optare per un Passito di Pantelleria, un Moscato Rosa o per lo Zibibbo.

    La storia del tiramisù

    Le origini del tiramisù sono particolarmente dibattute, ma una cosa è certa: furono gli italiani a inventarlo. Quando? Il momento storico è dubbio, ma non si trovano attestazioni della ricetta del tiramisù in nessun libro di cucina antecedente gli anni sessanta del XX secolo. A contendersi le origini del gustoso dolce al cucchiaio sono il Veneto e il Friuli-Venezia Giulia. Tra i due litiganti però, vi è anche una particolarissima leggenda che lega la nascita del tiramisù a Siena e al granduca Cosimo III de’ Medici che, durante una vista alla città toscana, venne omaggiato con una fetta di dolce.
     
     
     
     
     
    RICETTE PIU' POPOLARI