Portare il mare in tavola? Con la ricetta delle vongole alla pescatora! Tipico piatto della cucina tradizionale marchigiana, venne ideato dagli stessi pescatori che le preparavano non appena rientrati in porto. Da allora e da quella che venne chiamata cucina povera, questo piatto in cui le vongole sono le protagoniste continua a vivere nella cucina di molti ristoranti e trattorie come secondo perfetto per una cena a base di pesce. Gustose e facili da preparare, oggi scopriamo come cucinare le vongole alla pescatora a regola d’arte: preparate le padelle!

    Ingredienti

    • Vongole veraci: 1.2kg
    • Vino bianco: 100ml
    • 1 ciuffo di prezzemolo
    • Olio extravergine d’oliva
    • Aglio: 2 spicchi
    • Sale: qb
    Ricettari correlati Scritto da

    Ricetta e preparazione

    1. Innanzitutto, scegliete la variante delle vongole veraci: si distinguono per la costolatura grossolana disposta a spirale e con solchi radiali. Dopo esservi assicurati che le vongole siano fresche, scartate quelle con i gusci rotti.
    2. Lavate le vongole scelte sotto l’acqua corrente per poi riporle in ciotola abbastanza capiente ricoperte completamente di acqua e con una grossa manciata di sale grosso. Con questo procedimento le vongole spurgheranno e, muovendole una contro l’altra con le mani, eliminerete tutta la sabbia ancora presente.
    3. Le vongole veraci andranno lasciate in ammollo in acqua salata per due ore circa. Durante questo lasso di tempo dovrete cambiare più volte l’acqua della ciotola aggiungendo sempre la manciata di sale grosso fino a quando l’acqua non sarà chiara e priva di spurghi dei molluschi.
    4. Continuate con la preparazione delle vostre vongole veraci alla pescatora prendendo una pentola, aggiungendo quattro cucchiai di olio extravergine d’oliva e gli spicchi d’aglio già sbucciati e schiacciati. Soffriggete per qualche minuto.
    5. Scolate con cura le vongole e aggiungetele in padella. Bagnate il tutto con i 100ml di vino bianco e proseguite la cottura a fuoco medio fino a quando il vino non sarà completamente evaporato.
    6. Proseguite la cottura per un altro paio di minuti coprendo la pentola con il coperchio.
    7. Solo quando le vongole saranno ben aperte potrete aggiungere una spolverata di prezzemolo tritato.
    8. Fate ancora saltare ancora un paio di volte, dopodiché le vostre vongole veraci alla pescatora saranno pronte da servire!

    Consigli

    Servite le vongole alla pescatora ancora calde accompagnandole con delle fatte di pane casereccio leggermente tostate. Renderà l’impiattamento ancora più scenografico e sarà il contorno perfetto per questo secondo di pesce.

    Conservazione

    Purtroppo, nessuna conservazione è prevista per le vongole alla pescatora: una volta cucinate andranno consumate al momento.

    Varianti

    La variante che va per la maggiore è quella delle cozze e vongole alla pescatora. Al chilo abbondante di vongole veraci, aggiungetene un altro di cozze; il procedimento di pulizia e cottura è il medesimo, ma per le cozze utilizzate anche una paglietta d’acciaio per pulire la parte esterna della conchiglia sotto l’acqua corrente e assicuratevi che non ci sia più sabbia all’interno sbattendole su un tagliere di legno. Come trasformare un secondo di pesce in un primo di pesce? Aggiungendo degli spaghetti! Preparare gli spaghetti con le vongole alla pescatora è molto semplice: mentre il vino delle vongole sta sfumando, mettete a bollire una pentola d’acqua nella quale aggiungere gli spaghetti. Dopo averli scolati, mantecateli nella stessa padella delle vongole per un paio di minuti per poi servire a tutti i commensali!

    Vini da abbinare

    Quale vino abbinare alle vongole alla pescatora? Avete l’imbarazzo della scelta dato che tutti i vini bianchi e rosati si sposano alla perfezione con questo piatto.
     
    RICETTE PIU' POPOLARI