Natale 2016

    Le zucchine alla poverella sono un piatto tipico della tradizione pugliese. La ricetta appartiene alla tradizione povera, come dice il nome, ma non per questo non è un piatto delizioso, anzi. In questa portata, infatti, c’è tanta Puglia: il sole, al quale si fanno asciugare le zucchine, l’olio d’oliva nel quale si fanno friggere e la menta, gli odori di questa terra. Un contorno sfizioso, estivo e buonissimo.

    Ingredienti

    • Zucchine: 500 gr
    • Olio: 50 dl
    • Menta: 1 ciuffo
    • Aceto: 1 cucchiaio
    Ricettari correlati Scritto da

    Ricetta e preparazione

    Ecco le istruzioni.

    1. Strofinare con uno straccio le zucchine, tagliarle a rondelle non troppo sottili e farle asciugare al sole.

    2. Versare un po’ d’olio in una padella,posizionandovi le zucchine per farle cuocere, rigirandole di tanto in tanto.

    3. Successivamente aggiungere la menta e terminare la cottura. A questo punto versare poche gocce di aceto per poi farlo evaporare.

    Consigli

    Servire fredde. Le zucchine alla scapece Se in Puglia sono le zucchine alla poeverella, in Campania sono le zucchine alla scapece. Scapece significa fritte e aromatizzate nell'aceto. La parola deriva dallo spagnolo "escabeche". Una ricetta non proprio leggera perciò vi proponiamo anche la versione light, per chi la frittura proprio non può permettersela ma non può fare a meno delle zucchine e di gustarle in questa maniera. Il segreto sta nell'arrostire le zucchine, invece che friggerle. Dopo averle tagliate a rondelle non vi resta che prendere una griglia capiente e grigliarle sul fuoco lento. Tanto aceto o poco aceto? Questa domanda non ha una risposta univoca, tutto dipende dai vostri gusti e dall'aceto che usate. Se è un aceto molto forte diluite con un po' d'acqua. Inoltre dipende anche dai gusti della vostra famiglia, oppure dal fatto se avete bambini in casa che magari potrebbero storcere il naso all'odore troppo forte di questo condimento. Per l'appunto non dimenticate che le protagoniste del piatto sono loro, le zucchine, perciò non ne coprite il sapore con troppo aceto, rovinerete tutto. E se non ho le zucchine? Mai provato con le melanzane? Ovviamente la ricetta non è più la stessa, ma il gusto è anche in questa versione buonissimo. Anche qui se non vi piacciono fritte potete arrostire oppure bollire in acqua calda le melanzane e ottenere una variante gustosa per gli amanti delle verdure o per una cena alla quale avete invitato solo ospiti vegetariani. Se siete in crisi di fantasia, questo suggerimento sarà quanto mai azzeccato!  

    Natale 2016