La ricetta del cavolfiore in pastella è una delle più buone e amate con protagonista questo ortaggio così buono e delicato. Questo contorno vegetariano è versatile e quindi perfetto per tutte le occasioni. Gli ingredienti per questa ricetta con il cavolfiore, poi, sono davvero pochi e semplicissimi da procurarsi: solo cavolfiore, acqua gassata e farina per preparare un appetizer davvero semplice e gustoso. Per friggere, occorrerà del classico olio di semi, che permetterà di realizzare un cavolfiore in pastella croccante da veri chef. Questa sorta di frittelle di verdure sono così buone che anche i bambini le mangeranno con gusto, senza avanzarne neppure una. Scopriamo insieme la migliore ricetta del cavolfiore in pastella!

    Ingredienti

    • cavolfiore: 1 kg
    • Acqua gassata fredda: un bicchiere, circa 200ml
    • Farina 00: 150 gr
    • sale: q.b.
    • Olio di semi per friggere: q.b.

    Ricetta e preparazione

    1. Iniziate la preparazione di questa ricetta con la pulizia del cavolfiore. Staccate le foglie più esterne e poi, aiutandovi con un coltello molto affilato, tagliate le parti più nodose del gambo.
    2. Poggiate il cavolfiore su un tagliere in legno e, sempre con lo stesso coltello, dividetelo in piccole cimette.
    3. Lavate le cimette sotto acqua fredda corrente e fatele scolare, tenendole da parte.
    4. Nel frattempo procedete con la preparazione della pastella: in una ciotola cominciate setacciando la farina.
    5. Quando il procedimento sarà completato, iniziate a versare l'acqua gassata poco per volta, girando con forza con una frusta per amalgamare bene i due ingredienti.
    6. Unite un pizzico di sale alla pastella e mescolate con la frusta per distribuirlo per bene.
    7. In una padella dai bordi alti, versate l'olio di semi. Considerate che dovrà essere sufficiente a coprire completamente le cimette del cavolfiore.
    8. Scaldate la padella con l'olio a fuoco medio.
    9. Nel frattempo, versate una a una le cimette nella pastella ricoprendole per bene.
    10. Quando l'olio sarà caldo (potrete fare la prova gettandovi un piccolo pezzo di mollica di pane per vedere se sfrigola) prelevate le cimette con una forchetta e gettatele in padella.
    11. Fate cuocere il cavolfiore in pastella fino a che non sarà dorato, per circa 6 minuti.
    12. Prelevate le cimette fritte con una schiumarola e fatele asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina.
    13. Servite ben calde!

    Consigli

    Il cavolfiore in pastella dà il meglio di sé quando è servito subito, ben caldo. Potete anche accompagnarlo da una salsa, come la maionese oppure la salsa barbecue. Se volete un sapore ancora più gustoso, provate a sostituire la birra all'acqua gassata per la preparazione della pastella.

    Varianti

    E' possibile realizzare anche il cavolfiore in pastella al forno, semplicemente passando le verdure in pastella nel pangrattato prima di cuocerle. Occorrerà poi mettere le cimette in forno ventilato a 250° per 10 minuti, avendo cura di spargere sulla loro superficie un po' di olio d'oliva prima di infornarle. Quella che abbiamo realizzato insieme è comunque una ricetta light, perché si tratta del cavolfiore in pastella senza uova: per chi desiderasse ancora più sapore senza trascurare la leggerezza, è possibile seguire la ricetta del cavolfiore in pastella alla siciliana. Per questo piatto, dovrete condire le cimette con aglio, prezzemolo e pecorino tritato prima di passarle nella pastella: una vera bontà! Se usate il famoso robot da cucina, potete anche realizzare la ricetta del cavolfiore in pastella con il Bimby: i tempi saranno dimezzati ma il risultato non cambierà!

    Conservazione

    Il cavolfiore in pastella non si presta alla conservazione, perché perderebbe la sua consistenza croccante. Meglio consumarlo appena fritto!  

    Foto di Andrey Starostin / Shutterstock.com

     
     
     
     
     
    RICETTE PIU' POPOLARI