La ricetta del cavolfiore sott'aceto permette di realizzare una delle conserve più buone di sempre, molto genuina e sana. Queste verdure sono perfette se servite come antipasto o contorno e che sono adatte anche per ravvivare un'insalata. Il cavolfiore è tipico del periodo invernale, ma per poterlo gustare fresco durante tutto il resto dell'anno, mettere questa verdura sott'aceto è l'idea migliore: il procedimento non è per niente difficile o complesso, servirà solo un po' di manualità e gli attrezzi del mestiere 'giusti': infatti, prima di cominciare, assicuratevi di utilizzare dei barattoli sterilizzati. Scopriamo quindi insieme la ricetta del cavolfiore sott'aceto.

    Ingredienti

    • cavolfiore: 2 kg
    • limone: 1
    • aceto di vino bianco: 1 litro
    • alloro: q.b.
    • sale: q.b.
    • pepe in grani: q.b.

    Ricetta e preparazione

    1. Cominciate pulendo il cavolfiore: con le mani rimuovete le foglie più esterne e con un coltello dividetelo in cimette, eliminando anche il gambo più duro e nodoso.
    2. In una ciotola, mettete le cimette in ammollo in acqua fredda per due ore.
    3. Quando le due ore saranno quasi trascorse, prendete una pentola grande e riempitela con 3 litri di acqua, la scorza grattugiata del limone e il sale, portate a ebollizione.
    4. Scolate le cimette dall'acqua e tenetele da parte.
    5. Quando l'acqua starà bollendo, tuffatevi le cimette di cavolfiore e cuocetele per 3 minuti, poi scolatele.
    6. Nel frattempo prendete un'altra pentola e versatevi l'aceto e un bicchiere d'acqua, il pepe in grani e qualche foglia di alloro e portate a ebollizione.
    7. Prendete 4 barattoli (sterilizzati) da 500 gr e riempiteli con le cimette di cavolfiore che avevate precedentemente messo da parte.
    8. Versate l'aceto bollente nei barattoli in modo da coprire totalmente la verdura e fate raffreddare.
    9. Quando l'aceto sarà freddo chiudete bene i barattoli e poi chiudeteli ermeticamente: potete usare una macchina per il sottovuoto oppure potete farli bollire in acqua per circa due ore e mezzo, inserendoli in un cestello o avvolgendoli in un canovaccio in modo che non si rompano durante la bollitura.

    Consigli

    Aspettate un mese prima di assaggiare il cavolfiore sott'aceto.

    Conservazione

    Il cavolfiore sott'aceto va conservato in un luogo fresco e asciutto e al riparo da fonti di luce e calore; una volta aperto il barattolo, si deve conservare in frigorifero e deve essere consumato entro qualche giorno.